Home / Attualità / Calabria Verde, è tempo di ripensarci

Calabria Verde, è tempo di ripensarci

calabria verde“Forse è il tempo di ripensare al ruolo di Calabria Verde (exAfor). E di ripensare in senso generale la presenza dello Stato nella difesa ampia del nostro territorio”. La pensa così, Angelo Broccolo, segretario regionale di Sinistra Italiana. In riferimento alla piaga, venuta fuori in maniera virulenta in questo scorcio di stagione, degli incendi. Che stanno devastando tantissimo verde nella nostra regione. “Da giorni la squadra di terra composta da volontari e dai pochi superstiti del consorzio di bonifica del Pollino ex Afor (Calabria verde) – afferma Broccolo – lotta da terra per tentare di spegnere l’incendio che divampa tra i faggeti di Monte Cerviero. E’ uno dei casi emblematici sui quali spesso cala il silenzio.

CALABRIA VERDE, EMERGENZA INCENDI FACILITATA DALLE DISMISSIONI DEGLI ORGANI IN DIFESA DEL TERRITORIO

Loro conoscono il territorio e negli anni sono stati fondamentali nel prevenire, spesso in assoluto anonimato, che gli incendi arrivassero alle proporzioni devastanti che in queste settimane stanno inginocchiando l’intera regione. Anche questa emergenza, che ovvio riconosce cause molteplici (caldo eccessivo, piromani difficilmente individuabili, patologicamente predisposti ovvero in concorso con altre tipologie criminali) è facilitata – secondo il segretario regionale di SI – dalle dismissioni degli organi statuali in difesa del territorio. In ultimo il capolavoro dell’eliminazione recente del corpo forestale dello Stato. Che segue a ruota l’ormai ben datato blocco del turnover dei forestali. Intendiamoci: sappiamo benissimo quale marciume si sia condensato nel tempo, soprattutto nel secondo caso (forestali), l’ilarità generale suscitata dagli articoli apparsi su stampa nazionale che descrivevano situazioni paradossali».

Fonte: La Provincia di Cosenza

Commenta

commenti