Home / Breaking News / Calabria, cresce il numero delle imprese

Calabria, cresce il numero delle imprese

calabriaÈ pari a +133 unità il saldo annuale tra iscrizioni e cessazioni di imprese in Calabria nel primo trimestre del 2017. A darne notizia è l’Ufficio studi della Camera di commercio di Crotone che pubblica i dati Movimprese. A determinare il risultato, secondo quanto emerge dalla ricerca, hanno concorso 3.330 iscrizioni di nuove imprese. 172 in più rispetto alla stessa rilevazione del 2016) E 3.197 cessazioni di imprese esistenti (dato al netto delle cancellazioni d’ufficio). «Per le iscrizioni – è detto nella rilevazione – si tratta di un dato migliorativo rispetto agli ultimi due anni. Amplificato da una riduzione delle cessazioni d’impresa, anche al netto delle cancellazioni d’ufficio. Che fa quindi registrare un tasso di crescita, che seppure contenuto, rimane positivo (0,07%). Questo dato risulta nettamente al di sopra della media nazionale (-0,26%). E colloca la Calabria in seconda posizione nella graduatoria nazionale per tassi di crescita delle imprese».

«Rispetto all’andamento nazionale caratterizzato dal segno meno, la nostra regione – afferma il presidente della Camera di commercio di Crotone Alfio Pugliese – si colloca nello spazio in testa alla classifica per tasso di crescita delle imprese con un dato positivo. Ciò attesta che vi è fermento nel sistema imprenditoriale calabrese. Tale fermento va sostenuto e sviluppato dalle istituzioni. In un’ottica di pianificazione strategica condivisa e sinergica. Valorizzazione delle eccellenze, innovazione e internazionalizzazione dovranno diventare capisaldi delle politiche economiche istituzionali. In ambito sia regionale che locale».

CALABRIA, I MAGGIORI SALDI DI CRESCITA NEL VIBONESE

Facendo riferimento alle forme giuridiche, in termini assoluti l’aumento del saldo è da ascrivere alle società di capitali. +651 unità, ed un tasso di sviluppo positivo pari all’1,93%. E alle altre forme, sostanzialmente cooperative e consorzi, che con un saldo di 47 imprese fanno registrare un tasso di sviluppo pari allo 0,67%. Saldi negativi, si registrano invece, per le società di persone che con 101 imprese in meno rispetto alla precedente rilevazione, fanno registrare un tasso di crescita negativo pari a -0,46%. In calo anche le ditte individuali. Che perdono 464 imprese e registrano un saldo negativo pari al -0,38%. I maggiori saldi di crescita a livello provinciale riguardano il vibonese (0,37%), terzo a livello nazionale, e il catanzarese (0,21%), ottavo. Bene anche le altre province calabresi. Che si posizionano tra i primi 23 posti della graduatoria nazionale.

Commenta

commenti