Home / Breaking News / Calabria, boom dell’export nel 2018. Regina per crescita di esportazioni nel primo semestre

Calabria, boom dell’export nel 2018. Regina per crescita di esportazioni nel primo semestre

CATANZARO Nei primi sei mesi dell’anno la regione ha segnato la crescita maggiore di prodotti esportati in Italia. Tra gennaio e giugno l’incremento è stato pari al 38,7 per cento. È la Calabria la regina tra le regioni italiane per crescita di esportazioni nel primo semestre dell’anno. Tra gennaio e giugno del 2018 l’incremento fatto registrare dall’export dei prodotti calabresi è stato pari al 38,7 per cento. Seguita dal Molise (34,3%), dal Friuli Venezia Giulia (+17,5%) e dalla Sicilia (+15,2%). Ma le esportazioni italiane nel primo semestre sono in crescita in tutto il territorio con un balzo nelle Isole del 9,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. È quanto emerge dai dati diffusi oggi dall’Istat.
Nel Nord-est l’aumento tendenziale dell’export nel primo semestre è del 5,9%, nel Mezzogiorno del 4,6%, nel Nord-ovest del 4% e nel Centro dello 0,7%.

Nel secondo trimestre 2018, invece, l’Istat stima una crescita congiunturale delle esportazioni del 3,8% per il Nord-est, del 3% per il Mezzogiorno e le Isole e dell’1,2% per il Centro, mentre nel Nord-ovest c’è una flessione dello 0,5%. Nei primi sei mesi del 2018 le vendite di metalli di base e prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti dalla Lombardia e di mezzi di trasporto, autoveicoli esclusi da Friuli Venezia-Giulia e Lombardia contribuiscono alla crescita tendenziale dell’export nazionale per quasi un punto percentuale.
Un impulso positivo alla crescita dell’export nazionale su base annua proviene in particolare dalle vendite del Friuli Venezia-Giulia verso la Svizzera (+602,6%, dovuto principalmente alle vendite della cantieristica navale) e della Lombardia verso Germania (+7%), Svizzera (+16,6%) e Polonia (+26,9%). Nell’analisi provinciale dell’export, l’istituto di statistica segnala la performance positiva di Milano, Asti, Brescia, Gorizia, Bergamo, Varese e Treviso. (fonte corrieredellacalabria.it)

Commenta

commenti