Home / Breaking News / Caffè Aiello ed Ecoross: nasce il connubio dell’Area urbana per i settori giovanili

Caffè Aiello ed Ecoross: nasce il connubio dell’Area urbana per i settori giovanili

caffè-aiello-ecorossCorigliano e Rossano uniscono le forze in campo pallavolistico e, per quanto riguarda i settori giovanili, puntano a diventare una vera e propria eccellenza in ambito nazionale. Nella serata di ieri s’è infatti svolta un’importante riunione tra i responsabili della Ecoross Pallavolo Rossano e della Caffè Aiello Corigliano, un faccia a faccia tra i due vertici societari dal quale è venuta fuori una interessante “fumata bianca”, visto che da adesso in avanti i due club uniranno i settori giovanili e li gestiranno in maniera unitaria. Al già importante settore giovanile rossonero si unisce dunque anche il folto e preparato gruppo rossanese, per un connubio che unisce l’esperienza ad alti livelli nazionali del club coriglianese con quella molto profonda e radicata negli anni, in ambito giovanile, da parte del club bizantino. Una sinergia, quella messa in atto dai due club, che precorre anche i tempi, visto che l’unione delle forze dei settori giovanili tra le due società pallavolistiche è di fatto il primo passo concreto verso la costituzione di un’unica realtà d’Area Urbana – in questo caso a livello sportivo – tra le due città di Corigliano e Rossano. Obiettivo dell’accordo raggiunto dai due club è ovviamente quello di valorizzare i giovani talenti locali, così da poter pescare in casa propria per le massime categorie senza dover mettere mano ogni volta ad accordi onerosi con le società del centro e nord Italia. Alla riunione di ieri sera hanno presenziato i vertici della Ecoross Pallavolo Rossano, ossia il presidente Eugenio Pulignano, il vice presidente Antonio Francesco Lavia e il membro del direttivo gialloblù Guglielmo Labonia; da parte della Caffè Aiello Corigliano erano presenti il presidente Gennaro Cilento, il direttore sportivo Pino de Patto e il dirigente nonché legale del club rossonero Alessandro Sosto.
«Un’occasione del genere potrebbe cominciare ad essere una cosa positiva per tutto il nostro territorio – ha affermato a giochi fatti il presidente della Ecoross, Pulignano -. Facciamo finalmente qualcosa sul posto e puntiamo sui nostri giovani, cercando di valorizzare ciò che ci ritroviamo in casa nostra, evitando di conseguenza la prassi che, tante volte, ci ha visto andar a pescare atleti lontano dalla nostra terra. L’obiettivo è dunque quello di puntare sul locale, gestendo i settori giovanili dei due club in maniera consortile – spiega Pulignano – visto che ogni anno abbiamo ragazzi bravi e preparati che si fanno notare e che meritano quindi d’essere valorizzati. Punteremo a fare tutti i campionati giovanili – annuncia il presidente della Ecoross – vogliamo anche fare l’under 19 e l’under 20 a livello nazionale, per capire cosa può venirne fuori con i nostri ragazzi. Vogliamo misurarci un po’ in tutti i settori juniores pallavolistici e, in parallelo, prendere parte ad un torneo maggiore, probabilmente la Serie C. Stiamo cercando, attraverso lo sport, di evolvere il concetto di Area Urbana – chiude Pulignano – così che anche attraverso lo sport questo nostro comprensorio possa avere un bel risvolto e far parlare di sè per un aspetto che, lavorando con impegno e passione, può davvero rappresentare un’eccellenza».
«E’ un passo importante che segna l’ulteriore crescita del nostro progetto legato ai settori giovanili – ha affermato il copresidente rossonero, Natalino Gallo -. Abbiamo puntato fortemente sui settori giovanili, negli ultimi anni, proprio perché siamo convinti di poter offrire un’importante chance di crescita sia ai nostri giovani che, sul lato sociale e sportivo, all’intero nostro comprensorio. La partnership con Rossano va ulteriormente a rafforzare questo concetto e spinge nella direzione della crescita da noi sempre percorsa. Con la Ecoross andremo ad affrontare un discorso sinergico a tutto tondo incentrato sui nostri settori giovanili, con la speranza di vedere uscire – ha concluso Gallo – qualche buon talento proprio dal comparto dei nostri validissimi giovani, che ogni anno già ci regalano soddisfazioni e ci fanno andar fieri degli sforzi che facciamo per far sì che il progetto disegnato intorno a loro restituisca buoni risultati».

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*