Home / Attualità / Bonus cultura, a Crosia in arrivo i contributi

Bonus cultura, a Crosia in arrivo i contributi

mirto crosiaBonus Cultura 2016, il Governo erogherà ai giovani nati nel 1998 che abbiano già compiuto 18 anni e che abbiano residenza in Italia, 500 Euro da spendere esclusivamente in cultura, nel raggio più ampio del termine. Gli uffici comunali di Crosia, su input dell’Esecutivo Russo hanno già predisposto gli elenchi dei cittadini neo diciottenni che riceveranno una comunicazione informativa.
È quanto fa sapere l’Assessore alle Politiche giovanili, Simona Stasi.
I giovani che rientrano in questa misura, avranno la possibilità di spendere questi soldi in libri, teatro, cinema, musei e attività che contribuiscano all’arricchimento culturale.
È stata creata un’applicazione chiamata 18app, che è necessario scaricare sul proprio tablet o smartphone. Da qui i ragazzi potranno visionare tutti gli eventi e i servizi forniti dal Governo. I 500 euro, infatti, potranno sì essere spesi, ma solo in quelle attività culturali caldeggiate (e convenzionate) dal Governo. Prima di scaricare l’app, però, ci sono alcuni passi preliminari. Ci si dovrà, innanzitutto, registrare presso un provider: Poste Italiane, Aruba, Tim, Infocer e Sielte. Una volta fatto questo, si potrà accedere a Spid.
Spid altro non è che il Sistema pubblico per la gestione dell’identità digitale. Questo sistema permette di essere riconosciuti in via ufficiale dallo Stato. Di conseguenza, grazie allo Spid, si avrà accesso al bonus di 500 euro, esteso anche agli stranieri residenti in Italia e in possesso di regolare permesso di soggiorno. Gli utenti entreranno così nel sistema che consentirà loro di visualizzare la spesa messa a disposizione una volta compiuti i 18 anni.
Il termine per registrarsi scade il 31 gennaio 2017.

Mentre il bonus fornito dal Governo, che potrà essere utilizzato per biglietti del cinema, concerti, libri, musei, teatri, monumenti, mostre ed altri eventi culturali, dovrà essere speso entro il 31 dicembre 2017.
Il sistema rilascerà un codice che dovrà essere presentato alla cassa dell’esercizio commerciale convenzionato con l’iniziativa. La spesa potrà altresì essere effettuata mediante shop online. Attraverso le credenziali i giovani potranno continuamente consultare gli eventi e le strutture abilitate. Ad ogni acquisto l’app verrà aggiornata in base al credito disponibile.

Commenti