Home / Attualità / Bevacqua: chiarezza ieri a Villapiana sulla nuova 106

Bevacqua: chiarezza ieri a Villapiana sulla nuova 106

bevacquaAmmodernamento della strada statale 106 al centro di un incontro organizzato da Zonadem. Si è svolto ieri sera, 4 settembre, all’Hotel Corallo di Villapiana. Alla presenza del senatore Salvatore Margiotta, responsabile nazionale PD Infrastrutture, e dell’assessore regionale Roberto Musmanno. Sono stati analizzati ed esplicitati i punti nodali del progetto approvato, il relativo cronoprogramma e le ulteriori azioni del prossimo futuro. Dopo i saluti del componente dell’assemblea nazionale PD, Roberto Rizzuto, e del segretario della locale sezione del PD, il responsabile ANAS progettazione e realizzazione lavori Area Territoriale Calabria, ing. Giancarlo Luongo, ha illustrato nel dettaglio i lavori finanziati per 1,2 miliardi di euro del Megalotto 3. Destinato a completare il collegamento della Calabria jonica con il Corridoio europeo 8.

A seguire, il presidente dell’Associazione “Basta vittime sulla ss 106”, Fabio Pugliese, ha dichiarato di approvare in pieno la scelta di spostare il tracciato in collina. Il che aiuterà la sopravvivenza dei paesi che rischiano lo spopolamento. E ha inoltre elogiato la meritoria discontinuità con il passato, sia in termini di ascolto sia di metodo, dell’attuale governo regionale. L’assessore regionale Musmanno ha risposto anche ad alcune critiche sollevate dal sindaco di Trebisacce. E ha garantito categoricamente la tutela e salvaguardia del territorio interessato dalle nuove opere viarie. Annunciando, altresì, lo sblocco di nuovi fondi per la tratta autostradale Altilia- Cosenza. Nonché per il nuovo svincolo autostradale Unical. “Il confronto serio e serrato fra i diversi livelli istituzionali dimostra che – ha affermato il consigliere regionale Bevacqua – anche in Calabria un nuovo approccio a problemi atavici è possibile. E le soluzioni sono concretamente raggiungibili”.

BEVACQUA: REALIZZAZIONE DI QUEST’OPERA PUNTO DECISIVO

“In relazione a questa che è la più importante infrastruttura prevista nei prossimi 10 anni nel Mezzogiorno d’Italia – ha proseguito Bevacqua – è doveroso riconoscere il meritorio lavoro della rappresentanza parlamentare del PD calabrese. Nonché la sacrosanta testardaggine del presidente Oliverio e dei sindaci interessati. Ritengo la realizzazione di questa grande opera pubblica un punto decisivo importante. Non solo per il rafforzamento del sistema infrastrutturale e per i collegamenti da e verso la Calabria; per le notevoli ricadute positive in termini economici ed occupazionali; ma anche perché, in sintonia con il necessario rilancio e collegamento efficace del territorio agli scali aeroportuali, può rompere il secolare isolamento che ancora caratterizza la fascia ionica calabrese. Valorizzando la sua naturale vocazione a svolgere un ruolo di cerniera con lo stesso asse adriatico”.

L’incontro è stato concluso dal senatore Salvatore Margiotta, responsabile nazionale PD Infrastrutture. Il quale ha rimarcato l’importanza della regia nazionale per le opere strategiche e urgenti. E ha sottolineato come la nuova 106 non sia una tematica locale. Nemmeno esclusivamente regionale. Bensì una tematica che è e deve essere sentita come nazionale. Il senatore Margiotta si è, pertanto, impegnato a seguire con attenzione l’iter che dovrà condurre a termine il piano entro tempi celeri e, soprattutto, certi, anche in relazione alle nuove leggi riguardanti i lavori pubblici, che egli stesso ha contribuito a rivedere.

Commenta

commenti