Home / Breaking News / Bevacqua: soddisfazione per l’ok Ue al Piano Regionale dei Trasporti

Bevacqua: soddisfazione per l’ok Ue al Piano Regionale dei Trasporti

bevacquaIl consigliere regionale Mimmo Bevacqua: “Esprimo il mio vivo apprezzamento per l’approvazione odierna, da parte della Commissione Europea, del Piano regionale dei trasporti. Considerata la rilevanza strategica che esso ricopre nell’ambito delle politiche di governo per lo sviluppo dell’economia regionale. La conclusione pienamente positiva dell’iter procedurale costituisce una nota di merito non indifferente per questa maggioranza. E per l’assessore alla Logistica Russo. Nonché per la Commissione da me presieduta, all’interno della quale si era proceduto alla disamina dell’intero provvedimento. La regione Calabria attendeva da oltre vent’anni un nuovo Piano trasporti. Un lasso di tempo durante il quale nessuna revisione era stata posta in essere. Con conseguenze facilmente immaginabili rispetto agli scenari mediterranei ed europei. Che nel frattempo si sono determinati.

BEVACQUA: LA POLITICA PUO’ E DEVE MANTENERE FEDE AGLI IMPRESI PRESI

In qualità di relatore in Consiglio della Proposta deliberativa, ho sottolineato come l’ampiezza del dibattito non fosse andata a detrimento della tempistica. Giacché il testo è stato licenziato nei termini prescritti. Il che dimostra come la politica possa e debba mantenere fede agli impegni presi. Trattandosi di una questione nodale per le sorti dello sviluppo della Calabria, essa raccoglie tutto il senso della sfida che questa maggioranza intende lanciare per portare la qualità dei servizi di mobilità per merci e persone ai livelli degli standard nazionali ed europei. Siamo davanti a uno strumento che prosegue nel solco della normazione programmatica cui questo consiglio sta dedicando le sue migliori energie.

BEVACQUA: SI APRE ADESSO LA FASE DEMMA MESSA IN ATTO

Proprio perché si tratta di legislazione di programma, si apre adesso la fase dell’implementazione e della concreta messa in atto. Occorrerà una regia forte e autorevole a livello regionale che superi qualsivoglia veto localistico e sappia individuare le insufficienze presenti e le priorità di azione, sia dal punto di vista delle infrastrutture, sia da quello dei servizi. L’interconnessione della mobilità e l’integrazione dei nodi logistici rappresentano la premessa irrinunciabile dell’unico reale sviluppo possibile per la nostra terra. Il punto fondamentale è che gli obiettivi fissati ora devono diventare realtà. Anche alla luce di questo traguardo, come ha giustamente rivendicato l’assessore, il Piano individua puntualmente le risorse per fare fronte agli obiettivi, il che dimostra la sua solidità e la determinazione nel voler cambiare registro rispetto al passato.

Commenta

commenti