Home / Breaking News / Bevacqua: garantita manutenzione ordinaria per il Canale degli Stombi

Bevacqua: garantita manutenzione ordinaria per il Canale degli Stombi

bevacquaConcluso l’iter avviato per garantire la navigabilità ordinaria e costante del Canale degli Stombi. Lo annuncia il consigliere regionale Mimmo Bevacqua, che ha depositato questa mattina, 12 aprile una proposta di legge. “Dal progetto di legge da me presentato nel giugno 2015, sono scaturiti i due finanziamenti prodotti mediante due emendamenti al bilancio; approvati, rispettivamente, nell’agosto 2016 e nel dicembre 2017. Con il primo (130 mila euro) è stata acquistata e consegnata al Comune di Cassano la benna dragante; il secondo (120 mila euro) completa l’intervento sul porto turistico. Con il testo depositato oggi, sarà garantito il reperimento delle risorse annuali necessarie a consentire il mantenimento in perfetta efficienza degli strumenti (draga, pontone, escavatore, ecc.) già acquisiti e il loro utilizzo.

BEVACQUA: COSTI DI MANUTENZIONE QUANTIFICATI IN 30MILA EURO ANNUALI

I costi di tale manutenzione sono quantificati in 30 mila euro annuali. La somma verrà erogata dalla Regione al Comune di Cassano allo Ionio; che, concessionario perenne dell’autorizzazione a compiere opere di dragaggio, potrà concertare convenzioni con terzi per la gestione dei programmi di intervento dei lavori. Si raggiungerà finalmente – conclude Bevacqua – quella regolarità che, dopo l’avvenuto acquisto della benna dragante, mancava soltanto della garanzia dei fondi annuali per la manutenzione ordinaria dei mezzi. L’idea che ho portato avanti con tenacia di farla finita con gli interventi di urgenza ed eccezionalità, che nulla risolvevano, si sta rivelando giusta e pienamente praticabile.

Mi fa piacere che il collega Gallo abbia presentato ieri un testo indirizzato a definire la tipologia dei natanti autorizzati alla navigazione nel canale e la ripartizione delle competenze fra gli Enti. Avevo già provveduto, in verità, a ricomprendere nella mia proposta anche questa materia; ora, già in sede di esame nella Commissione da me presieduta, mi adopererò per la predisposizione di un testo unico. Che aggiunga la parte ordinamentale proposta da Gallo, alla parte sostanziale di mia iniziativa; che conclude il percorso da me intrapreso per rendere effettivamente possibile la navigazione”.

Commenta

commenti