Home / Breaking News / Bevacqua: concretizzare l’accordo per le stabilizzazioni nel comparto sanità

Bevacqua: concretizzare l’accordo per le stabilizzazioni nel comparto sanità

“Davvero lieto per l’accordo sottoscritto in materia fra il Dipartimento Salute e le rappresentanze sindacali”

bevacquaPrecari e interinali calabresi nel comparto sanità, il consigliere regionale Mimmo Bevacqua sottolinea come dieci giorni fa abbia avanzato e caldeggiato la proposta di intervenire sulla situazione; in particolare “utilizzando il doppio canale istituzionale del Consiglio regionale e del parlamento nazionale. Oggi, sono davvero lieto per l’accordo sottoscritto in materia fra il Dipartimento Salute e le rappresentanze sindacali. Sostanzialmente, si chiede all’Assemblea di Palazzo Campanella di approvare una proroga-ponte sino al 31 dicembre per i contratti a tempo determinato e, nel contempo, di avviare la necessaria interlocuzione con il ministero per superare i limiti imposti dal decreto Madia e dalla normativa collegata, al fine di procedere alla stabilizzazione.

“I PRECARI DI CUI PARLO HANNO AMPIAMENTE DIMOSTRATO SUL CAMPO LA LORO COMPETENZA”

Per quel che riguarda le competenze del Consiglio Regionale, ritengo si debba provvedere senza alcun indugio convocando immediatamente una seduta apposita. Potrebbe trattarsi anche della seduta straordinaria che ho richiesto al Presidente Irto: e che veda la presenza del Commissario Cotticelli, per una discussione organica sulla sanità calabrese. Già domani, con l’audizione prevista in Commissione Sanità del Commissario Cotticelli, si potrà porre sul tavolo la questione. In tal senso mi farò portavoce dell’istanza presso i colleghi Battaglia e Mirabello, rispettivamente neo capogruppo PD e presidente della Commissione competente.

Si tenga, infine, presente che i precari e gli interinali di cui parlo sono soggetti che hanno ampiamente dimostrato sul campo la loro competenza. Stabilizzandoli, non si ledono i diritti di nessuno, ma si rendono concrete le loro legittime aspirazioni, contribuendo inoltre a garantire servizi essenziali per migliaia di calabresi”.​


Commenta

commenti