Home / Attualità / Basta Vittime sulla SS 106 Pugliese resta presidente dell’Associazione

Basta Vittime sulla SS 106 Pugliese resta presidente dell’Associazione

Ha avuto luogo ieri l’importante riunione di Direttivo dell’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”. Una seduta annunciata già a maggio quando l’Ing. Fabio Pugliese si era autosospeso dalla carica di Presidente per una settimana a seguito della disastrosa donazione del 5X1000 ottenuta dall’Associazione per l’anno 2016.

In quella occasione lo stesso Presidente, con amarezza, aveva preso atto della «mancanza di fiducia che i calabresi hanno nei confronti dell’Associazione e del suo operato, di cui mi assumo per intero tutte le responsabilità» – aveva dichiarato alla seduta del Direttivo di maggio scorso.

Ieri il Presidente a seguire, con grande passione, ha ribadito le ragioni per le quali egli ritiene che il risultato ottenuto dall’Associazione con le donazioni del 2016 è una sconfitta di cui non può che assumersi tutte le responsabilità ma «comprendo – ha dichiarato – le ragioni di chi ritiene che io debba restare ancora il Presidente dell’Associazione».

«Certo – ha dichiarato Pugliese – questo sarà il mio ultimo mandato da Presidente per cui vi comunico già da ora che alla scadenza dell’attuale incarico, che maturerà a luglio 2020, lascerò dopo sei anni di attività». Il Presidente ha comunque ribadito la sua volontà di non allontanarsi dall’Associazione garantendo che anche dopo il 2020 resterà iscritto e, se l’assemblea lo vorrà, nel Direttivo al servizio di quello che sarà il nuovo Presidente.

RIBADITA LA VOLONTÀ DI NON CANDIDARSI AD ALCUNA CARICA POLITICA INCOMPATIBILE CON LA CARICA DI PRESIDENTE

Nel suo intervento il Presidente, ovviamente, ha affrontato anche altre importanti questioni e tra le tante ha voluto soffermarsi su di una in particolare quando ha riaffermato e rassicurato tutti i componenti del Direttivo precisando che non intende «assolutamente candidarsi alle elezioni regionali così come non intendo candidarmi a nessuna elezione poiché resto fortemente convinto ed inamovibile circa la incompatibilità che esiste ed è evidente tra la carica di Presidente dell’Associazione ed una qualsiasi carica politica quale può essere il consigliere regionale, il sindaco, il consigliere comunale, ecc.».

La riunione di Direttivo si è conclusa con la programmazione delle attività dell’Associazione prevista fino alla fine dell’anno 2018 e qui, con grande dolore, si è preso atto della impossibilità di poter sviluppare anche quest’anno un progetto di sicurezza stradale da portare nelle scuole per mancanza di fondi. Sarà, quindi, interrotta dopo due anni questa importante attività nelle scuole che – soprattutto tra gli studenti – aveva determinato importanti risultati.

Il Direttivo dell’Associazione, infine, ha stabilito due importanti iniziative che si terranno da qui a fine anno e di cui si darà notizia già a partire dai prossimi giorni a dimostrazione che – pur non avendo grandi possibilità – non intende rimanere inattiva ma ambisce ad operare come può limitatamente alle possibilità in suo possesso.

Commenta

commenti