Home / Attualità / Basta Vittime 106: è boom di iscrizioni nell’alto jonio per l’associazione

Basta Vittime 106: è boom di iscrizioni nell’alto jonio per l’associazione

Boom di iscrizioni nell’alto jonio per l’associazione Basta Vittime Sulla Strada Statale 106. L’associazione ha chiuso il 30 settembre scorso le iscrizioni per l’anno 2017/2018. Ottenendo una sostanziale riconferma delle iscrizioni nel reggino e nel catanzarese. Restano ferme a meno di cinque le iscrizioni nell’intera provincia di Crotone mentre nella provincia di Cosenza si è registrato un notevole incremento di iscrizioni. Ciò è dovuto al numero incredibile di iscritti pervenuti dall’alto jonio cosentino. Che quest’anno ottiene un aumento significativo del 3.000% in più rispetto allo scorso anno. Inoltre, la maggior parte delle iscrizioni ottenute sono relative a residenti nei comuni di Cassano All’Ionio e Villapiana. Due comuni dove è stata già approvata la delibera CIPE (peraltro già pubblicata in Gazzetta Ufficiale), che sancisce l’ammodernamento della S.S.106.

 BASTA VITTIME 106: PER L’ANNO 2017/2018 LE ISCRIZIONI ALL’ASSOCIAZIONE SEGNANO IL 3.000% IN PIU’

«Intendo ringraziare – afferma Fabio Pugliese – tutti i volontari da anni iscritti all’Associazione. Ovvero quelli che ogni anno rinnovano la propria iscrizione ma soprattutto operano, con impegno e passione, per la causa dell’ammodernamento e la messa in sicurezza della S.S.106 in Calabria». «Oggi – continua Pugliese – l’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” è una realtà importante nel panorama dell’associazionismo in Calabria. Ed io non posso ringraziare tutti ed in particolare tutti i componenti del mio Direttivo. Poiché senza il loro encomiabile impegno tutto ciò non sarebbe mai nato».

«Stupisce tutti – conclude il Presidente – il dato che quest’anno si è registrato nell’alto jonio. Qui si è avuto un incremento considerevole di iscritti che lascia chiaramente intendere apprezzamento. Voglia di partecipare attivamente da volontari e condivisione nei confronti dell’operato dell’Associazione. Che oggi resta l’unica e la sola organizzazione che non è contraria al progetto di ammodernamento della S.S.106 insieme alla Regione Calabria ed ai Ministeri coinvolti».

Commenta

commenti