Home / Attualità / Basta con falsità e macchina del fango

Basta con falsità e macchina del fango

Abbiamo sempre mantenuto e continueremo a mantenere un profilo alto e dignitoso, nonostante la macchina del fango diffonde falsità. Avvalendosi di un giornale on line, che altro non fa che il suo lavoro. Ovvero pubblicare le veline che gli arrivano. Puntuali e ad orologeria. Per colpire questo o quel politico, si continua a colpire imprenditori onesti e corretti. Di questo andazzo adesso siamo stanchi e nauseati. La famiglia Lapietra non stringe accordi con nessuno. Ha sempre creato lavoro e sviluppo. Oltre che nell’edilizia, anche in agricoltura. Con aziende e tante famiglie che vi lavorano. Lavoro onesto creato anche attraverso un mezzo di informazione che svolge un servizio sociale per il territorio. Se scrivere un articolo che rimarchi, a ragion veduta, l’impegno di qualcuno verso un progetto ambizioso come la fusione può far pensare a qualche mente perversa di essere autorizzata a emettere sentenze e sparare cattiverie, siamo giunti all’assurdo. A questo gioco al massacro diciamo “Basta!”.

I MANDANTI DI TANTA CATTIVERIA VERRANNO PRESTO SBUGIARDATI

Qualcuno ha nel proprio Dna i germi della cattiveria e del livore. E’ quel qualcuno che si prende la briga, da un po’ di tempo a questa parte, di inviare le false veline a questo o quel blog. Senza metterci la faccia. Gente buona soltanto a lanciare il sasso per poi nascondersi dietro un dito. Tutti hanno un proprio scheletro nell’armadio. Siamo disposti a fare nome e cognome di chi, nel tempo, ha ordito ai danni del territorio. Abbiamo una centrale Enel ormai in disuso. Il tribunale chiuso. Un ospedale dove il diritto alla salute è diventato una chimera. Ma non mancano i benestanti. Che si sono arricchiti senza fare alcunché per la popolazione sibarita. Politicanti e mestieranti falliti, invidiosi e velenosi. Aspiranti capipopolo e movimentisti senza alcuna rappresentanza. Stiano attenti, lor signori. Perché a inviare veline, quelle fondate e veritiere, però, sono capaci anche le persone perbene.

 

Commenta

commenti