Home / Ambiente / Bandiera verde, premiato il modello di Mirto Crosia

Bandiera verde, premiato il modello di Mirto Crosia

Per il sesto anno consecutivo le spiagge di Crosia saranno insignite della prestigiosa Bandiera Verde dell’associazione dei Pediatri italiani. Un riconoscimento che premia la buona pratica del Governo volta a tutelare il patrimonio ambientale, il decoro urbano e ad offrire maggiori servizi ai cittadini: soprattutto alle famiglie, ai bambini e ai diversamente abili.

Il sindaco Antonio Russo commenta con soddisfazione l’assegnazione, anche per il 2019, della Bandiera Verde al litorale di Pantano-Centofontane-Fiumarella che sarà formalmente consegnata dal pediatra Prof. Italo Farnetani agli Amministratori del Comune di Crosia il prossimo Venerdì 28 Giugno 2019 durante la cerimonia nazionale in programma a Praia a Mare.

«È l’ennesimo riconoscimento – commenta il Primo cittadino – alla nostra Comunità che premia il Modello inaugurato da questo Esecutivo nel maggio del 2014. Più pulizia e decoro, più attenzione all’ambiente, più controlli rigorosi ed interventi stringenti sulla depurazione delle acque, più prevenzione ed educazione ambientale: sono stati, sono e rimarranno punti fermi dell’azione amministrativa di questi anni. Perché, nel nostro caso, la sesta bandiera verde, assegnata da una platea ampia e trasversale di professionisti di tutto il mondo, vale più di ogni altro giudizio ed è la prova provata di un cammino in continuo crescendo che la comunità traentina ha compiuto in questi anni. Durante i quali siamo passati dalle abominevoli discariche di rifiuti sul bagnasciuga ad un lungomare decorso, pulito e sicuro. Questo abbiamo fatto, con il contributo fattivo di tutti i cittadini. Oggi Crosia è tra le 142 località italiane, 18 in Calabria, premiate per l’eccellenza delle loro spiagge e del loro mare. Un risultato indiscutibile – conclude Russo – chiaro e alla luce del sole».

«La Bandiera Verde – ha riferito nei giorni scorsi all’agenzia stampa ADN Kronos il Prof. Italo Farnetani – viene assegnata dal 2008. In dodici anni, con il contributo di 2.550 pediatri italiani ed europei, sono state selezionate le 142 spiagge in Italia e in Spagna più adatte ai bambini. Le regole per il prestigioso riconoscimento restano sempre quelle: Acqua limpida e bassa vicino alla riva, sabbia pulita per torri e castelli, bagnini e scialuppe di salvataggio, giochi, spazi pubblici per cambiare il pannolino o allattare, e nelle vicinanze gelaterie, locali per l’aperitivo e ristoranti per i grandi. –  Tutti servizi che vengono erogati lungo le spiagge di Crosia e che vengono implementati anche dalle passerelle per l’accesso dei disabili alle spiagge, dalle docce pubbliche, dalle isole ecologiche da spiaggia per la raccolta differenziata e da un contesto urbano gradevole, curato ed incontaminato».


Commenta

commenti