Home / Breaking News / Assistenti fisici, lunedì Mascaro in Procura

Assistenti fisici, lunedì Mascaro in Procura

assistenti fisiciQuando ormai sembrava che la questione degli assistenti fisici si stesse avviando a giusta conclusione – con la revoca dell’affidamento del servizio all’Ati Maya-Sinergie – ecco il colpo di scena. Questa mattina, ribaltando la decisione assunta nella serata di ieri, è stata presentata dal Rup (Responsabile Unico del Procedimento) la revoca della revoca. Che, tral’altro, pare addirittura essere sparita materialmente dagli archivi comunali. In questo momento gli uffici si stanno rifiutando di accettare il documento che era stato redatto ieri. La ragione sarebbe da ricercarsi nel fatto che la coop Sinergie  avrebbe ritirato la diffida che aveva inviato giorni fa contro la Maya. Provocando, così, il decadimento dei fattori che avrebbero determinato l’impropria assegnazione del servizio all’Ati. E mettendo i dirigenti – così come essi stessi hanno dichiarato –  nella condizione di non poter revocare l’affidamento del servizio.

ASSISTENTI FISICI, MASCARO NON CI VEDE CHIARO

Intanto, l’azienda avrebbe presentato una nuova bozza di “accordo aziendale” che però – denunciano i sindacati – non verrà sottoscritto dagli assistenti perché in effetti privo dei requisiti che gli operatori richiedono sin dall’inizio, ossia il rapporto di tipo indeterminato e part time.
Resta il fatto che il sindaco Stefano Mascaro ha dichiarato testualmente di “non vederci chiaro”. Ed è proprio per questo che lunedì si recherà in Procura a presentare formale denuncia. Per tutelarsi, avendo le mani legate, contro le decisioni dei dirigenti comunali.

Commenti