Home / Attualità / Arcidiocesi Rossano – Cariati, messaggio ai turisti

Arcidiocesi Rossano – Cariati, messaggio ai turisti

cattedraleDopo il grigiore dell’inverno, preceduto dal risveglio colorato e profumato della primavera, attesa e gradita, è giunta l’estate. Ai limiti ed agli impegni imposti dalla quotidianità del lavoro, le ferie estive costituiscono una piacevole libera uscita nel mondo delle bellezze della natura e delle molteplici ricchezze del vissuto sociale di ieri e di oggi. Le nostre località marine, collinari, montane, nel contesto dell’habitat calabrese, ricco di calore umano, vi si offrono per essere da voi godute, nelle loro varie bellezze, quasi in contemporanea, per la contiguità dei luoghi. Col soggiorno turistico, col rientro migratorio, il territorio si rianima e vivacizza; le famiglie si ricompongono. La Comunità Ecclesiale, Sacerdoti e Fedeli laici di Cristo, a tutti ed a ciascuno, dà il benvenuto, accompagnato agli auguri per un soggiorno sereno ed arricchente. Cosa ci portate? Cosa vi offriamo? Come saremo, voi e noi, dopo aver trascorso le ferie estive in questo lembo di Calabria? La vostra presenza dice simpatia, apprezzamento, interesse per la zona ionica. Nel kit del vostro tour portate anche le ansie dell’oggi e, al rientro, forse, i nostri deficit strutturali. Ma il patrimonio naturale e storico che vi offriamo e che con noi, ora, coabitate e condividete, vi dà un messaggio significativo.
I nostri monumenti, il patrimonio archeologico, le tante attività culturali, artigianali, aziendali; le personalità illustri e benemerite per la cultura e per la patria, i santi, noti per il loro grande spessore anche sociale, testimoniano la valenza della fortezza e volitività calabra che, abbinate ed animate dalla fede cattolica, hanno saputo affrontare e vincere notevoli deficit ambientali e storici. Vi offriamo, pertanto, modelli significativi della speranza cristiana, della civiltà dell’amore e, l’esempio di convivenza rispettosa e costruttiva con le altre culture. Il turismo, al riparo di ogni tipo di consumismo distruttivo, è uno dei momenti più alti e significativi per l’arricchimento della persona e del vivere sociale. Rinnova la consapevolezza della nostra parentela con la natura; ci fa praticare una sana economia storico-geografico-culturale e, soprattutto, favorisce l’incontro col Signore. Qui, da noi, col riposo, insieme al recupero delle forze, potete fare il pieno di serenità, di speranza, di operosità e riappropriarvi della gioia del vivere.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*