Home / Breaking News / Anziano si allontana da casa di riposo, ritrovato dai carabinieri

Anziano si allontana da casa di riposo, ritrovato dai carabinieri

anzianoUna storia a lieto fine che ha visto protagonista un anziano settantatreenne cosentino. Nella mattinata di ieri si era allontanato da una casa di riposo di Campana, dove era ospite. Gli operatori della struttura, infatti, preoccupati nel pomeriggio di ieri si sono presentati presso la locale caserma dei carabinieri. Denunciando che l’anziano, nonostante fosse solito uscire per passeggiare nel paese, non aveva fatto rientro per consumare il pranzo. La situazione ha allarmato immediatamente i militari del piccolo centro. Anche in considerazione del fatto che l’uomo avrebbe dovuto assumere dei farmaci che, se non somministrati, avrebbero avuto gravi conseguenze per la sua salute.

L’ ANZIANO E’ STATO RITROVATO GRAZIE ALLA PERSEVERANZA DEI CARABINIERI

Da subito sono scattate le ricerche dell’anziano. Che hanno interessato sia il centro abitato del comune di Campana sia le zone boschive circostanti. Vi hanno preso parte i carabinieri di altre Stazioni carabinieri chiamate in rinforzo; con personale specializzato dei Vigili del fuoco e del Soccorso alpino e unità cinofile. Le ricerche sono durate tutta la notte, in una corsa contro il tempo per cercare l’anziano che per l’intera giornata non aveva consumato pasti né assunto medicine. Indossando abiti che non gli avrebbero consentito di sopportare le rigide temperature notturne.

La tenacia e la perseveranza dei carabinieri, che non hanno mai abbandonato le ricerche e il coordinamento tra la Stazione carabinieri di Campana e di Verzino, hanno permesso di rintracciare l’anziano nella mattinata odierna, nei pressi di un bosco in località Araca nel Comune di Umbriatico. L’uomo veniva confortato dai militari operanti e immediatamente sul posto giungeva il personale paramedico del 118, che decidevano, per la particolare situazione di disidratazione e disorientamento della persona anziana, di trasferirlo per le cure del caso presso l’ospedale civile di Crotone.

Fonte: Corriere della Calabria

Commenta

commenti