Home / Breaking News / Antoniotti: “Il Pd rossanese solleciti incontro con Orlando”

Antoniotti: “Il Pd rossanese solleciti incontro con Orlando”

Giuseppe AntoniottiAccusare il Sindaco di Rossano di non aver perorato la causa del nostro Tribunale o di essere disinteressato alle problematiche che affliggono questo territorio è un’affermazione che fa sorridere. So bene che la visita da parte del Primo Ministro è un appuntamento importante, ma so anche che non è certamente in una circostanza di questo tipo che si può pretendere di ottenere udienza per discutere di questioni delicate, che richiedono ben altri contesti.
È quanto precisa il Sindaco Giuseppe Antoniotti, in merito ad alcune dichiarazioni apparse sui quotidiani locali nei giorni scorsi.
Da sempre – ha scandito il Primo Cittadino – prediligo la politica del fare a quella delle inutili apparenze. E, infatti, la mattina di mercoledì, 26 marzo scorso, non ero assente per disinteresse ma perchè impegnato in una riunione con le rappresentanze sindacali, per la vertenza lsu-lpu, già più volte rinviata e non più differibile, oltre che nella già pianificata riunione di Giunta. Inoltre, avevo programmato anche il consueto ricevimento pubblico. Appuntamento al quale non intendo sottrarmi, perché reputo essenziale il dialogo con i miei concittadini. Tra le altre cose, non avrei potuto nemmeno programmare la mia partecipazione, o quella di un componente dell’Amministrazione comunale, considerato che l’invito mi è pervenuto solo poche ore prima dell’evento. Il Pd rossanese, piuttosto – continua Antoniotti – se proprio vuole farsi carico della vertenza Tribunale, pensi a sollecitare l’incontro con il nuovo Guardasigilli Orlando, al quale, circa un mese fa, ho inoltrato una missiva, chiedendo la convocazione di un tavolo di confronto con i sindaci dei venti comuni ricadenti nella giurisdizione di Rossano, con le associazioni forensi e i comitati civici.
Questo si che sarebbe un appuntamento utile ed efficace, programmato ad hoc, per portare all’attenzione del Governo le problematiche del Tribunale, dei rifiuti e tutte le altre rivendicazioni del nostro territorio. Non una corsa in mezzo a migliaia di persone, solo per strappare delle rassicurazioni in un contesto in cui è quantomeno improbabile ottenere ascolto ed attenzione. Questo non significa – conclude Antoniotti – che io non apprezzi l’interesse dimostrato dal collega di Villapiana Roberto Rizzuto, che ringrazio per aver portato il saluto del territorio. Consapevole, inoltre, che a perorare la causa, anche in questa occasione, erano presenti una delegazione degli avvocati di Rossano ed i rappresentanti di associazioni e comitati in difesa del Tribunale, con i quali sono in costante contatto.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*