Home / Breaking News / Annunziata, sequestrato il reparto trasfusioni

Annunziata, sequestrato il reparto trasfusioni

L'ingresso dell'ospedale di Cosenza

L’ingresso dell’ospedale di Cosenza

COSENZA Sequestrato il reparto Trasfusioni dell’Annunziata. Anche nella giornata di mercoledì sono proseguiti i controlli nelle strutture dell’ospedale di Cosenza, personalmente seguiti e coordinati dal procuratore capo Mario Spagnuolo e dall’aggiunto Marisa Manzini. Le attività sono state svolte in modo congiunto dai carabinieri della Compagnia di Cosenza e da quelli del Nas, nonché dal personale dell’Arpacal e dello Spisal, il Servizio prevenzione igiene e sicurezza ambienti di lavoro. Nell’ambito delle irregolarità riscontrate, si è proceduto al sequestro con facoltà d’uso dell’edificio adibito a reparto trasfusioni e i relativi verbali sono stati trasmessi al magistrato di turno della Procura cosentina. I reparti speciali intervenuti procederanno alle contestazioni amministrative delle altre irregolarità riscontrate.
Il procuratore Spagnuolo nel pomeriggio ha tenuto una riunione operativa sulla situazione dell’ospedale. Già nei giorni scorsi sono stati sequestrati altri locali dell’Annunziata perché risultati non in regola con gli standard minimi di sicurezza sotto il profilo igienico-sanitario. Il sequestro è stato eseguito nell’ambito dei controlli avviati dopo che molti cittadini avevano espresso lamentele sulle condizioni igieniche dell’ospedale. I locali già sequestrati, per i quali comunque è stata concessa la facoltà d’uso, sono quelli della centrale termica e gruppi elettrogeni, i servizi igienici del pronto soccorso e lo spogliatoio del blocco operatorio. Il procuratore Spagnuolo ha assicurato massima attenzione e impegno nella vicenda perché è prioritario tutelare la salute dei cittadini.

(fonte: corrieredellacalabria.it)

Commenti