Home / Breaking News / Amministrative 2019, il PD Corigliano Rossano pensa al programma. Scelta del sindaco senza pregiudizi

Amministrative 2019, il PD Corigliano Rossano pensa al programma. Scelta del sindaco senza pregiudizi

cariatiAMMINISTRATIVE 2019, il PD CORIGLIANO ROSSANO non si sottrarrà al primo appuntamento elettorale che dovrà dare il primo governo democratico alla nuova Città. E pensa già al programma, ispirato ad una visione e ad un progetto da concretizzare. Con l’aiuto delle energie e delle competenze di quanti vorranno contribuire a raggiungere l’obiettivo. L’approccio: quello dell’apertura. È quanto emerso dalla riunione del coordinamento del PD CORIGLIANO ROSSANO, organismo costituito e legittimato dall’assemblea degli iscritti, alla presenza dei dirigenti provinciali e regionali.

 Nel corso dell’incontro, molto partecipato e proficuo, non poteva non essere commentata la notizia del commissariamento del partito regionale, accolta all’unanimità con disapprovazione  per quanto riguarda metodo e tempistica. La riunione è servita anche per individuare i temi fondamentali su cui confrontarsi per le elezioni. Sul piano operativo si è deciso di avviare la procedura di composizione della lista, con la raccolta delle disponibilità a candidarsi e la fissazione dei criteri per avere la massima competitività. Il confronto sulla scelta del candidato Sindaco, che non può essere preconfezionata, né oggetto di pregiudizi, resta aperto al contributo di tutti. La scelta – sottolineano – dovrà ricadere su una persona con indiscusse ed indiscutibili capacità commisurate al compito e cristalline qualità morali.

 Il coordinamento del PD CORIGLIANO ROSSANO richiama, infine, alle regole che devono presiedere alla vita di un partito, cioè di una comunità di uomini e donne: non possono esserci fughe in avanti sulle scelte di fondo; ogni sortita singola nasce debole ed indebolisce nel contempo l’immagine del Partito. Meglio la condivisione prima e la traduzione in proposta collettiva poi. Diversamente si tradisce lo spirito dello stare insieme, ponendosi fuori da quella comunità che ha liberamente scelto al momento della iscrizione e, ancor di più, quando ha accettato di svolgere ruoli di guida e rappresentanza.


Commenta

commenti