Home / Territorio / Amendolara / Amendolara, le invasioni digitali nel paese della secca

Amendolara, le invasioni digitali nel paese della secca

antonello-ciminelli-3Cultura, alla scoperta del patrimonio identitario minore. #InvadiAmendolara, anche il Paese della Secca sarà protagonista delle “invasioni digitali”. Un’iniziativa che da tre anni a questa parte sta riscuotendo un grande successo. Cittadini e curiosi, armati di qualsiasi dispositivo mobile andranno alla scoperta del Museo Archeologico “Vincenzo Laviola” e la Chiesa di San Domenico. L’appuntamento è in programma per GIOVEDÌ 30. Questa sera si svolgerà la Sagra dei Piselli arrivata alla 6° edizione.
L’intera giornata si svolgerà in collaborazione con i ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Amendolara, l’associazione Terra e Sapori , l’associazione culturale R-Z MA e Startup Calabria.
Gli hashtag da utilizzare saranno #invasionidigitali, #InvadiAmendolara #IonioPollino. Dopo le invasioni delle bellezze artistico-culturali ci si sposterà in piazza Giovanni XXIII per invadere la 6° Sagra dei Piselli.
Continua la mission dell’amministrazione comunale che punta sulla valorizzazione dei piselli come una delle peculiarità alimentari storiche e come un prodotto tipico e un investimento lungimirante nell’identità enogastronomica che può dare un importante slancio al territorio.

Ben vengano queste manifestazioni – dichiara il Sindaco CIMINELLI – che valorizzano il patrimonio culturale del nostro territorio. Abbiamo bisogno di più iniziative come queste, utili a risvegliare un sentimento troppo spesso accantonato, soprattutto nelle nuove generazioni, del legame con la propria terra. Se vogliamo essere competitivi turisticamente con il resto del mondo – aggiunge il Sindaco – dobbiamo imparare a conoscere la nostra storia. Sono convinto che questa iniziativa che parte dal basso – conclude – sia una buona idea per diffondere i luoghi di cultura della nostra Regione sui principali social network per sfruttarne l’alta viralità.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*