Home / Attualità / Amarelli.it, nuova finestra online sulla liquirizia

Amarelli.it, nuova finestra online sulla liquirizia

Su Amarelli.it continuano ad affacciarsi migliaia di utenti italiani ma numerosi anche dall’estero

amarelliL’immagine digitale della fabbrica di liquirizia più famosa al mondo si rinnova. Amarelli.it, si è rifatto il look il sito della liquirizia italiana per antonomasia, geolocalizzatore e marcatore identitario di Corigliano-Rossano e della Calabria; una delle più importanti espressioni del Made in Italy nel mondo e dell’impresa culturale del Mezzogiorno. Dinamico, intuitivo, moderno. L’esperienza imprenditoriale e familiare Amarelli conferma la sua mission: legare la tradizione, che si tramanda con passione dal 1731, all’innovazione e alla contemporaneità. Lo shop di Amarelli può essere considerato la trasposizione sul web del Factory Store (che tra qualche giorno compie 2 anni), open lab e finestra aperta sull’esterno che proietta ed esprime il valore sociale e culturale dell’azienda nel mondo.

IL MUSEO DELLA LIQUIRIZIA CONTINUA A RICEVERE MIGLIAIA DI VISITATORI

Su questa finestra che si fa virtuale per quanti risiedono fuori dalla Calabria, continuano ad affacciarsi migliaia di utenti italiani ma numerosi anche dall’estero; soprattutto francesi. L’interesse maggiore è per la liquirizia pura; ma i numeri dell’e-commerce restituiscono un’attenzione generale per l’intera gamma di prodotti dalle mille sfumature e declinazioni. Dalle imperdibili lattine da 20 e 40 grammi, must have, contenitori emozionali ed icone intramontabili del brand Amarelli nel mondo; alle gommose, come gli assabesi, le morette al limone o all’arancia; e ancora dai senatori dai sentori di violetta, alle confettate; passando dal nuovo packaging da 60, fino alla limited edition e alle specialità, l’incontro della liquirizia con il cioccolato, la menta ed il miele. E poi ci sono gli estratti e le tisane, la polvere, i liquori e distillati.

La storia dell’Azienda, i prodotti, l’e-shop, le ricette e lo spazio dedicato al Museo della Liquirizia Giorgio Amarelli che, inaugurato nel 2001, continua a ricevere migliaia e migliaia di visitatori durante tutto l’anno. Sono, questi, i menu attraverso i quali si accede al mondo Amarelli che da 11 generazioni sceglie le migliori radici, le più pregiate, per consegnare ai propri estimatori la liquirizia più venduta e conosciuta al mondo.


Commenta

commenti