Home / Breaking News / All’attore e regista Gianpiero Garofalo il premio Festival Euromediterraneo

All’attore e regista Gianpiero Garofalo il premio Festival Euromediterraneo

All’attore e regista rossanese Gianpiero Garofalo il premio Festival Euromediterraneo. Garofalo direttore artistico della pluripremiata Compagnia Codex 8e9 e componente del direttivo regionale della UILT (Unione italiana libero teatro), ha ritirato il prestigioso riconoscimento la scorsa domenica 25 marzo ad Altomonte, nel corso della cerimonia conclusiva dell’edizione 2017 della kermesse. La stessa che, ormai da un trentennio, durante il periodo estivo, propone nella Città del Pane un cartellone di eventi artistico-culturali di rilevanza internazionale. Il premio Festival Euromediterraneo – dice Garofalo – è sicuramente un riconoscimento al buon lavoro svolto, in questi ultimi anni, dalla UILT Calabria ma anche una grande soddisfazione personale che condivido a pieno con tutti i componenti della Compagnia Codex 8e9.

Insieme a loro – precisa – sto costruendo qualcosa di bello perché in una società dove impera la crisi, dove le sofferenze sono all’ordine del giorno, ci siamo impegnati a diventare gli ambasciatori del buon umore e di quella risata che spesso aiuta a scacciare i cattivi pensieri della vita. Ecco perché leggo in ognuno dei premi, che ormai sempre con più frequenza vengono assegnati alla compagnia piuttosto che ai suoi singoli componenti, un riconoscimento ed un incitamento alla nostra attività, per così dire, terapeutica di portatori del sorriso. E questo – aggiunge l’artista – è un impegno gravoso, dal momento che la gente ogni qualvolta viene ad assistere ad un nostro spettacolo si attende di poter trascorrere due ore immerse nella comicità e nella spensieratezza.

GAROFALO: “UN GRAZIE ALL’ORGANIZZAZIONE DEL FESTIVAL E AL DIRETTORE BRANDI”

La costruzione della risata – sottolinea il regista – non è un processo semplice, soprattutto nella scrittura di una commedia che deve sempre e comunque saper abbinare una trama forte, convincente e profonda con la giovialità del ridere. Non è un caso – scandisce Garofalo – che proprio Volpi e Galline, la commedia che va a fondo alle problematiche della disabilità e della terza età, punta di diamante di questo nostro lavoro, continua ad essere l’opera teatrale amatoriale più acclamata e premiata del momento. Un grazie, dunque, all’organizzazione del Festival e particolarmente al direttore artistico Antonio Brandi che – conclude – assegnandoci il premio Euromediterraneo hanno riconosciuto l’essenza della nostra attività riempiendoci di onore ed orgoglio.

 Il Festival Euromediterraneo di Altomonte, nato nel lontano 1988, continua ad essere un luogo d’incontro e di crescita culturale dove il trasferimento delle conoscenze si rafforza non solo con le esibizioni artistiche ma anche con le attività formative e di specializzazione che si alterneranno agli eventi in cartellone. In quest’ottica s’inseriscono le importanti partnership artistiche e istituzionali che consentono al Festival di connettere il mondo dell’arte e della cultura con la promozione turistica. E tra queste spicca la collaborazione con la UILT Calabria (Unione Italiana Libero Teatro) votata a garantire protagonismo anche al teatro amatoriale.

Commenta

commenti