Home / Attualità / Al via il Piccolo Festival delle Spartenze. Dalla Sila Greca al mondo per far conoscere le bellezze della nostra terra

Al via il Piccolo Festival delle Spartenze. Dalla Sila Greca al mondo per far conoscere le bellezze della nostra terra

Il tema sarà la Casa. Start da Cropalati Mercoledì 31 Luglio, alle ore 18.30. A Giovedì 1 Agosto, poi, le Spartenze si trasferirà a Corigliano-Rossano, Masseria Mazzei. Venerdì 2 Agosto si farà tappa a Paludi.

Una piccola realtà con l’ambizione di diventare grande, è il Festival delle Spartenze che quest’anno taglia il nastro della quarta edizione. Identità, cultura, una nuova filosofia di conoscenza delle cose, delle storie e della memoria. Valori da apprendere, diffondere ed esportare partendo dal sud, dalla Sila Greca, verso l’Italia e l’Europa. Il tema che accompagnerà il filo rosso delle Spartenze 2019 sarà la Casa come luogo da abitare e condividere: un argomento forte, attuale che sarà accompagnato da tantissimi momenti di approfondimenti, di esperienza e festa.

 Il programma del quarto Piccolo Festival delle Spartenze è stato presentato dal direttore artistico, Giuseppe Sommario, nei giorni scorsi, nel corso di un evento istituzionale tenutosi nella Sala Stampa della Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio in Roma.

 Il festival muoverà i suoi primi passi a Cropalati Mercoledì 31 Luglio, alle ore 18.30, con l’incontro-dibattito d’apertura, dal titolo “Abitare la condivisione oggi nei borghi in via d’abbandono”, al quale prederanno parte – tra gli altri – l’arcivescovo di Rossano-Cariati, Giuseppe Satriano, ed il professore Vito Teti. A conclusione della prima giornata, a partire dalle 22.30, appuntamento con la musica e con Peppe Voltarelli in concerto.

 Giovedì 1 Agosto, poi, le Spartenze si trasferirà a Corigliano-Rossano, nel contesto della Masseria Mazzei, dove a partire dalle 10.00, si terrà la tavola rotonda dal titolo: “Turismo sostenibile e destino dei borghi: buone prassi in atto e pratiche buone da adottare facendo rete”. Poi di nuovo a Cropalati dove alle 17.30 inizierà il laboratorio/installazioni per i bambini (0-14 anni), tra le vie del borgo, sul tema delle Migrazioni a cura di Roberto Giglio e in collaborazione con l’associazione Lo Specchio di Cropalati. Alle 22.00 con l’apertura della prima fase del Premio Spartenze 2019 si darà spazio alla musica dal vivo di Fabio Macagnino: Una spina nella carne con Francesca Ritrovato.

 Sicuramente carico di attese e magia sarà il giorno clou del Festival. Venerdì 2 Agosto si farà tappa a Paludi. Sveglia di buon mattino, alle 5.00, con L’alba delle Spartenze: le donne di Paludi ammasseranno il pane e accenderanno i forni del paese. A seguire, alle 10.00, un viaggio itinerante tra le meraviglie e la storia del territorio: ci sarà la visita al Museo del Codex e al Monastero del Patire. Alle 17.30 ritorno a Paludi dove ancora una volta ad essere protagonisti saranno i bambini e i loro laboratori. La serata, invece, sarà dedicata alla degustazione tipica. Alle 21, infatti, in piazza Benedetto Croce, degustazione di pane e pitta tradizionale e cena rionale in collaborazione con il Circolo San Clemente e con l’Associazione San Francesco. La serata si concluderà con il concerto del gruppo etnofolk “Sabatum Quartet”.

Sabato 3 Agosto il gran finale del Piccolo Festival delle Spartenze. A partire dalle 5 del mattino la passeggiata Paludi-Castigione di Paludi a cura del movimento “A piede Libero” e con la collaborazione della cooperativa Atena; dalle 06.30, poi, le incursioni teatrali e cantate a cura di Emilio Ajovalasit del Teatro Atlante. Alle 20, in piazza Benedetto Croce, Cena rionale con la collaborazione del Circolo San Clemente e dell’Associazione San Francesco. Alle 21.30 sempre a Paludi, in piazza Zatt’, la presentazione del libro “L’incontro” di Erminio Amelio e a seguire la cerimonia di assegnazione del Premio Spartenze 2019.


Commenta

commenti