Home / agricoltura / Agricoltura, arriva la proroga per le domande. La Regione ha firmato il decreto

Agricoltura, arriva la proroga per le domande. La Regione ha firmato il decreto

Esulta Coldiretti, Aceto: «La proroga è essenziale per garantire al nostro comparto le risorse economiche essenziali»

agriturismi

«Detto fatto! E’ bastata mezza giornata e su input dell’Assessore Gallo  con una tempestività da record, il Dipartimento Agricoltura nella persona del Direttore Generale Giovinazzo ha predisposto e firmato il Decreto n.5107 che, per quanto riguarda le procedure per la presentazione delle domande di pagamento delle annualità 2020 del PSR, consente di presentarle fino al 10 luglio e non più entro il 15 giugno, senza alcuna applicazione di riduzioni o penalità».

Questo l’annuncio, carico di entusiasmo, del presidente della Coldiretti Calabria Franco Aceto che commenta molto positivamente l’arrivo della proroga. la quale garantirà stabilità e certezza agli agricoltori, che devono avere la possibilità di recuperare l’attuale situazione di crisi da Covid-19 e hanno quindi regole certe e tempi adeguati per prepararsi alla una nuova Pac. 

«Il ruolo che la Pac – dice Aceto – rappresenta per le imprese un passaggio essenziale in materia di sostegno ai redditi e all’occupazione agricola. È un’azione importante in una regione come la Calabria perché permette la salvaguardia di un settore strategico per la tutela del nostro territorio e la valorizzazione delle grandi eccellenze locali. La proroga concessa in questo momento è un fattore di stabilità – continua Aceto – oltre che necessaria sia per gli aspetti organizzativi che per garantire alla nostra agricoltura le risorse essenziali, e speriamo anche straordinarie, per continuare a rappresentare un motore di sviluppo che potrà contribuire a portare il nostro territorio fuori dalla crisi che l’ha colpito. Diamo atto –conclude il presidente di Coldiretti Calabria – che sin dall’insediamento della Giunta, nella distinzione dei rispettivi ruoli, si sta lavorando intensamente ed in modo proficuo con uno stretto rapporto con l’assessore e il Dipartimento agricoltura, adottando, sia immediate soluzioni pragmatiche che di prospettiva, nella comune convinzione di raggiungere obiettivi significativi che fanno anche ben sperare per il futuro».


Commenta

commenti