Home / Attualità / Adriana Grispo: i Licei di Rossano. Formazione, accoglienza e inclusione

Adriana Grispo: i Licei di Rossano. Formazione, accoglienza e inclusione

DI SAMANTHA TARANTINO

grispo

Dirigente Adriana Grispo, Istituto d’Istruzione Superiore Licei Classico, Scientifico,Linguistico, Artistico

Una scuola che prepara alla vita. Una comunità in cui tutti contribuiscono alla crescita e formazione del futuro cittadino. Docenti, famiglie, personale Ata, l’intero territorio. Questa l’idea della scuola nella società della professoressa Adriana Grispo, dirigente dell’Istituto d’Istruzione Superiore di Rossano. Reggente nel 2013, nel biennio 2014/15 è dirigente unitaria dell’Istituto d’istruzione Superiore che accorpa i Licei Classico, Scientifico, Linguistico e l’Artistico. “Da allora abbiamo impiantato un’idea progettuale di Polo – dice la dirigente Grispo. Ogni individuo è parte del progetto nella sua specificità, operando una coesione per l’intero Istituto. Oggi possiamo dire che grazie al corpo docente e l’intero personale Ata, i risultati sono soddisfacenti. Quest’anno sono notevolmente aumentati gli iscritti un po’ ovunque. Nonostante la recente apertura della sede distaccata, del Liceo Scientifico di Cariati, a Mirto, operata non tenendo conto dell’ampia offerta formativa del nostro Istituto, gli iscritti provenienti da lì sono ben 30. Il Liceo classico, anche, ha visto in aumento le sue iscrizioni con due corsi pieni, in contro tendenza rispetto alla media nazionale. Così come il Linguistico, lo Scientifico e l’Artistico”.

GRISPO, LICEI ROSSANO: SCUOLA IN RETE

grispo“E per stare al passo con i tempi in cui la condivisione è d’obbligo – continua la Grispo – si è inserita l’intera progettualità scolastica in rete. In particolar modo per il liceo classico e il Liceo Artistico. Inclusi rispettivamente nella Rete Nazionale dei Licei Classici e in quella dei licei Artistici. Ciò ha permesso una serie di attività e riconoscimenti per il nostro Istituto. Come ad esempio l’orgoglio per il Liceo Artistico, come unica scuola della Calabria, ad essere presente alla biennale di Venezia. Questo ha valso la mansione speciale al Liceo Artistico di Rossano, con il progetto “L’arte del legno nel design””. Il prototipo realizzato con l’azienda Globo Arredamenti di Rossano è stato esposto all’Arsenale della Biennale di Venezia durante la XV mostra internazionale di Architettura. Gli studenti hanno seguito un percorso teorico-pratico in azienda con sviluppo delle competenze personali e tecnico professionali. Promuovendo nello stesso tempo l’interazione con il territorio, così come recita il premio ricevuto. Esperienze uniche e formative per tutti. Come l’essere stati presenti agli stand di Job Orienta, il Salone nazionale sull’orientamento di Verona.

GRISPO, LICEI ROSSANO: LE NOSTRE ECCELLENZE

grispoUn occhio sempre puntato sul mondo e sui suoi cambiamenti. “La propensione del nostro Istituto all’internazionalizzazione favorisce la mobilità dei docenti e degli allievi- continua la professoressa Grispo. Continui stage formativi in Francia, Romania. Proprio il 4 marzo nell’ambito di un gemellaggio con un Liceo di Clermont, gli allievi della IV M del Liceo Linguistico ospiteranno i colleghi francesi. I giovani allievi, infatti, saranno condotti in giro a visitare le bellezze della nostra città. Uno scambio culturale e molto formativo. Così come l’inserimento della scuola all’interno delle giornate del FAI(Fondo Ambiente italiano), che quest’anno ha scelto Rossano. I nostri allievi si prepareranno a fare da Cicerone ai vari visitatori, che vorranno deliziarsi nei giorni 25 e 26 marzo. Non è un caso che nel sistema di autovalutazione delle scuole (Quality label), ai primi due posti c’è il liceo classico. Tutti crediamo nel miglioramento costante. E i risultati si vedono. Per questo motivo che abbiamo creato l’Albo delle Eccellenze, in cui sono inseriti quegli allievi particolarmente meritevoli”. E poi le eccellenze nei vari Certamina, nella olimpiadi della matematica, quelle di filosofia. I tornei di scacchi in cui si stanno ottenendo risultati lusinghieri.

GRISPO, LICEI ROSSANO: SCUOLA INCLUSIVA

Senza tralasciare i numerosi progetti sulla legalità, sul teatro come “Musica contro le Mafie” in cui si analizzano le aree a rischio. Legalità e inclusione temi molto sentiti da tutti e che vede la partecipazione di tanti allievi. Parola d’ordine, inclusione e accoglienza. A scuola si vive e si insegna a vivere anche con le differenze.  La scuola come spazio di convivenza civile, in democrazia. Nel rispetto dell’uguaglianza che va ribadita nel rispetto delle diversità. “Sono sei gli allievi iscritti con disabilità. Obiettivo sempre una migliore integrazione, con una costante formazione dei docenti (dotazione tecnologica specifica)e delle famiglie. Una compartecipazione di tutti anche con l’Asl, con colloqui e un costante filo diretto con le associazioni del territorio.  L’importante è garantire una piena integrazione”.

GRISPO, LICEI ROSSANO: IMPEGNO QUOTIDIANO CONTRO IL BULLISMO E CYBERBULLISMO

E sulla piaga del bullismo, considerato ormai il vero male della società contemporanea, molto si fa e si continuerà a fare. “ Di recente abbiamo partecipato alla giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo – continua la dirigente Grispo. Siamo stati destinatari del progetto “Occhio al Web”, promosso dal MIUR. Che ci ha visto operare in rete con venti scuole provenienti da varie Regioni.  Mira alla prevenzione del Cyberbullismo a scuola, con attività di formazione per docenti ed alunni nell’ottica della peer education. Occorre intervenire e coinvolgere gli allievi. La punizione disciplinare deve essere educativa, affinchè non accada più. Per questo motivo gli allievi devono sentirsi protagonisti attivi. Per fare questo si opera attraverso una costante azione pedagogica, attraverso cui i ragazzi abbiano una percezione del rischio. C’è bisogno del coinvolgimento degli enti locali, delle Forze dell’Ordine e Associazioni. Fare rete attorno all’allievo. Questo è l’obiettivo. Nel nostro Istituto si affrontano spesso queste tematiche che vengono poi discusse nelle Assemblee, con il supporto di figure professionali.

Cerchiamo in tutti i modi di venire incontro alle famiglie – conclude la Grispo. Sul problema dell’alto costo dei trasporti, abbiamo cercato di intervenire più volte. Più sono alti i prezzi dei mezzi e più si rischia un incremento della dispersione scolastica. Per questo abbiamo incentivato varie iniziative ed in primis il progetto “Io studio al centro storico”. E trovare soluzioni confacenti per tutti. Da quest’anno in intesa con le due aziende di trasporti locali che servono le scuole, abbiamo stabilito per chi viene da sud, un unico abbonamento.

Commenta

commenti