Home / Attualità / Accesso al credito per i giovani, convenzione tra Diocesi e Bcc Mediocrati

Accesso al credito per i giovani, convenzione tra Diocesi e Bcc Mediocrati

È stata firmata nel Palazzo Arcivescovile di Rossano, da parte di S. E. Mons. Giuseppe Satriano, e il presidente della BCC Mediocrati, Nicola Paldino, la Convenzione per l’attivazione del prestito etico-sociale “Il Seminatore”.
Lo strumento di credito, ispirandosi alla dottrina sociale della Chiesa, concretizza la volontà di combattere la rassegnazione e la mentalità legata all’assistenzialismo, promuovendo, al contrario, una nuova “cultura del lavoro”, ispirata ai valori umani e cristiani della responsabilità personale, della solidarietà, della sussidiarietà e della cooperazione.
“Non esistono formule magiche per il lavoro – diceva Don Mario Operti, promotore del Progetto Policoro – occorre investire nell’intelligenza e nel cuore delle persone”.
Con l’intento di rimuovere gli ostacoli legati all’accesso al credito, la convenzione tra la Diocesi e la Banca riduce le difficoltà oggettive a cui deve far fronte un giovane che vuole inserirsi nel mondo del lavoro, e allarga la maglia del soggetti “bancabili” in un’ottica di inclusione e con l’obiettivo di rafforzare la cultura della legalità.
In base al progetto “Il Seminatore” la Diocesi di Rossano-Cariati raccoglierà le domande di finanziamento provenienti da giovani di età compresa tra i 18 e i 40 anni, residenti in uno dei comuni della Diocesi e, dopo una pre-istruttoria effettuata da una equipe diocesana, passerà la documentazione alla BCC Mediocrati.
La Banca, previa istruttoria tecnica, potrà concedere un prestito massimo di € 15.000 per ciascun soggetto, per una durata tra i 18 e i 72 mesi. Il prestito sarà erogato sotto forma di mutuo chirografario con un tasso di interesse fisso pari al 4% annuo.
Ai soggetti richiedenti non sarà richiesta alcuna garanzia reale, grazie all’intervento della Diocesi che garantisce i prestiti all’80% mediante un apposito fondo di garanzia.
L’Arcivescovo Mons. Satriano ha sottolineato che “l’iniziativa della Diocesi vuole essere segno di fiducia nei confronti dei giovani per farli entrare nel mondo del lavoro e anche gesto di apertura verso un territorio duramente provato dall’alluvione dello scorso anno”.
Il presidente della BCC Mediocrati, Nicola Paldino, ha sottolineato che lo strumento “Il Seminatore” è già stato utilizzato con buoni risultati nella Diocesi di Cosenza-Bisignano e in quella di San Marco-Scalea.
La convenzione sarà presentata nei prossimi mesi su tutto il territorio dell’Arcidiocesi Rossano-Cariati.
(fonte: comunicato stampa)


firma

Commenta

commenti

1 Commento

  1. Ottima e condivisibile iniziativa, alla quale auguro una proficua riuscita per trattenere i giovani in fuga e costruire percorsi innovativi di cultura d'impresa solidale qui e ora

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*