Home / Attualità / Abate: i lavori al Crati termineranno ad aprile 2020

Abate: i lavori al Crati termineranno ad aprile 2020

Se anche stavolta i lavori non dovessero partire farò un esposto alla magistratura competente

abateAll’indomani dell’affidamento dei lavori di messa in sicurezza del fiume Crati e del torrente Muzzolito in località Thurio nel comune di Corigliano Rossano, arriva il commento sulla vertenza della senatrice Rosa Silvana Abate. “Apprendo che i lavori sarebbero stati affidati ieri e dovrebbero essere completati entro il 28 aprile del 2020. L’ho appreso dai media visto che la Regione non ha inteso rispondere a una rappresentante delle istituzioni. Sono state ignorate sia le comunicazioni formali via mail sia le pec ufficiali. In ultimo hanno fatto finta di nulla persino sulla diffida ufficiale inviata via pec oltre quindici giorni fa. Il condizionale, anche in questo caso, è d’obbligo perché è da luglio si parla della partenza dei cantieri ma poi dei lavori nemmeno l’ombra.

IMPORTO DELL’INTERVENTO PARI A 900MILA EURO

L’importo dell’intervento è pari a 900mila euro e dovrebbe consentire, finalmente, la definitiva messa in sicurezza e il ripristino della officiosità idraulica del tratto di fiume Crati. A un anno dalla catastrofica alluvione in cui ho seguito con vicinanza e interesse le varie pratiche sollecitando quotidianamente Regione, Protezione Civile e altri Enti, dovremmo finalmente esserci visto che le forti piogge di questi giorni avevano preoccupato e non poco i residenti di Thurio che ancora non hanno provveduto a rimettere a posto le proprie casa dopo la tragedia dello scorso anno perché la paura che il Crati torni a straripare è alta.

I lavori sarebbero dovuti partire almeno una settimana fa era ma così non è stato. La mia attenzione rimane massima fino a quando tutto tornerà alla normalità. Sto lavorando, infine, per capire chi dovrà risarcire queste persone. Se anche stavolta i lavori non dovessero partire farò un esposto alla magistratura competente”.


Commenta

commenti