Home / Attualità / A Palazzo Sanseverino Falcone di Acri, il Maca ricorda la Shoah

A Palazzo Sanseverino Falcone di Acri, il Maca ricorda la Shoah

Di REDAZIONE

palazzooooNei giorni della Memoria, per non dimenticare le crudeltà delle deportazioni e delle persecuzioni naziste, il Maca (Museo D’arte contemporanea) di Acri sposa per il secondo anno consecutivo, il progetto la “Shoah dell’Arte”. L’iniziativa promossa dall’Associazione Ecad (Ebraismo Culture Arti Drammatiche) ha l’obiettivo di riportare il ricordo delle stragi sempre attuale. Per non dimenticare e fare in modo che efferatezze simili non si ripetano. Il Maca esporrà due progetti basati sulla seconda Guerra mondiale e sulla Shoah puntando su due simboli: un’installazione narrativa sul grande ciclista Gino Bartali, che contribuì alla salvezza di 800 ebrei diventando il postino segreto di una delle tanti organizzazioni clandestine che si occupavano della fuga degli ebrei. Bartali in bici percorreva, in lungo e in largo, la tratta Firenze Assisi. E poi l’esposizione di due oli su tela dell’artista e drammaturgo ebraico Julian Beck. Le opere saranno ospitate nella sala video sede del Maca di palazzo Sanseverino – Falcone fino al 20 marzo.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*