Home / Attualità / Posti sotto sequestro dieci ettari di terreno nel Colognati

Posti sotto sequestro dieci ettari di terreno nel Colognati

Vasta attività di controllo del territorio da parte dei Carabinieri forestali che hanno posto sotto sequestro alcuni terreni demaniali a Rossano e Pietrapaola

Avevano occupato un’area grande quasi 10 ettari nello spazio demaniale del Colognati. Se ne sono accorti i carabinieri forestali della Stazione di Rossano che, a seguito di un’attività di indagine, hanno subito individuato i responsabili e posto sotto sequestro il perimetro di terreno.

Durante un controllo è infatti emerso che due persone, avevano occupato senza alcuna autorizzazione un’area di proprietà demaniale, nell’alveo del torrente Colognati, zona questa sottoposta a vincolo paesaggistico ambientale. Occupazione, avvenuta anche attraverso la realizzazione di una recinzione con filo spinato e pali in legno utile per delimitare alcuni animali bovini di loro proprietà trovati al pascolo al suo interno. L’area, ricadente interamente nel greto del torrente Colognati, è stata sottoposta a sequestro penale mentre le due persone sono state denunciate per occupazione abusiva di area demaniale e la realizzazione della recinzione senza alcuna autorizzazione.

Altro sequestro è avvenuto, ad opera sempre dei militari della Stazione Carabinieri Forestale di Rossano, in località “San Giuseppe” nel comune di Pietrapaola dove un uomo è stato denunciato per aver occupato abusivamente un suolo in parte di proprietà delle Ferrovie dello Stato e in parte del Comune di Pietrapaola. Anche in questo caso l’uomo è stato denunciato perché senza alcun titolo aveva occupato il terreno recintandolo, al fine di utilizzarlo quale deposito di mezzi e attrezzature della sua impresa. Allo stesso è stata elevata anche sanzione amministrativa per l’abbandono di rifiuti speciali non pericolosi trovati all’interno dell’area.


Commenta

commenti