Home / Attualità / La Federazione dei Verdi esulta per l’elezione di Flavio Stasi

La Federazione dei Verdi esulta per l’elezione di Flavio Stasi

stasiEsultano i Verdi di Corigliano-Rossano. All’indomani del comizio di ringraziamento del neo-sindaco Flavio Stasi, gli attivisti della federazione ambientalista della nuova città, che lo hanno direttamente sostenuto con la lista “Città in comune”, affermano: “È stata la vittoria dei cittadini di Corigliano Rossano e di tutto il popolo di questo territorio!”.

Si è trattato, aggiungono, di una vittoria schiacciante a favore “di un progetto politico libero e unitario tra le due citta’, tra tante sensibilità e soprattutto di un progetto che ha origini  e radici lontane” .

Il riferimento è al lungo percorso di battaglie civili in difesa del territorio condivise  con il neo-sindaco; un percorso che oggi potrà finalmente vedere la sua realizzazione in un’azione politico-amministrativa di stampo ambientalista, “ma non fine a se stessa – precisano – perché è rivolta anche a creare concrete opportunità di occupazione e di sviluppo”.

Questo, affermano i Verdi di Corigliano Rossano, è il principale obiettivo dell’Amministrazione Stasi; è la nuova idea di città “costruita e temprata  in dieci anni di comune impegno sociale e  civile, portato avanti sempre con passione, coerenza e coraggio anche di fronte a questioni spinose e insolute da anni, come quella dei rifiuti”.

Occorre, infatti sottolineare che questo tema, ampiamente affrontato sui palchi della campagna elettorale, è molto sentito, anche sul piano personale, dal neo-sindaco e dagli attivisti Verdi, i quali, è bene ricordarlo, sono stati attenzionati dalla Procura “con la sola colpa di aver difeso il nostro territorio durante uno dei nostri presidi presso la discarica di Bucita”. Lo stesso è avvenuto quando si è combattuto “per una citta’ innovativa , moderna che  potesse riqualificare la rete dei trasporti  e le stazioni in seguito al taglio della rete ferroviaria di tutta la fascia ionica”.

I Verdi di Corigliano Rossano sono convinti dell’effetto rivoluzionario dell’elezione di Flavio Stasi, che ha portato una nuova idea di giustizia e territorio ampiamente condivisa dalla popolazione, a giudicare dal clamoroso consenso ricevuto. “L’elettorato – commentano a riguardo – ha dimostrato la voglia di  disabituarsi alla convinzione che non possa cambiare mai nulla  e che possa realizzarsi quella che e’ stata definita una città normale, ma noi crediamo anche meglio!”

La nuova, grande città “normale”, spiegano gli attivisti Verdi, dovrà essere in grado di rilanciare i suoi centri storici, essere a zero consumo del suolo; dovrà dotarsi delle opere primarie di rete idrica e fognaria, gestire in modo virtuoso i rifiuti anche attraverso lo strumento della tariffa puntuale, e, soprattutto, vedere la partecipazione dei cittadini attraverso i municipi.

Intanto, a Flavio Stasi giungono gli auguri di buon lavoro dai vertici nazionali dei Verdi; i responsabili nazionali Angelo Bonelli, Elena Grandi, Matteo Badiali fin dalla prima discesa in campo hanno fatto il tifo per Stasi e i loro attivisti, accogliendo con entusiasmo il grande risultato elettorale che ha portato, in Calabria, alla guida di una grande città, un sindaco ambientalista.


Commenta

commenti