Home / Attualità / La Sibaritide ospiterà la finale di Cooking Star

La Sibaritide ospiterà la finale di Cooking Star

La Piana di Sibari sarà protagonista al Cooking Star, cioè il più importante contest tedesco per appassionati di cucina

starSi è svolto un importante incontro di networking tra operatori del comparto agroalimantare del cosentino e operatori tedeschi. Teatro dell’evento la bottaia della cantina Ferrocinto di Castrovillari (CS) nel cuore del Parco Nazionale del Pollino, dove un gruppo di produttori di vino (Creta Paglia di San Marco Argentano, Cantine Viola di Saracena, Terre di Balbia di Altomonte, Giuseppe Calabrese di Saracena, Spadaforadi Donnici e la stessa Ferrocinto), di salumi (Cavaliere di Cerchiara di Calabria e Cozac di Piano Lago) di farina (Molino Cimminelli di Montegiordano) di confetture (Frajotta di Cerchiara di Calabria), di Pane di Cerchiara (Panificio Monti), di fichi dottati igp e crocette (Azienda Agricola Minisci di San Cosmo Albanese), di Olio (Gardapraineto di San Cosmo Albanese), di tonno (Callipo di Pizzo Calabro), di pasta (Pastificio Conte di Rende), di birra artigianale (De Alchemia di Saracena), di riso di Sibari (Masseria Fornara di Sibari), di conserve di pesce (Pescheria Fratelli Corvino di Trebisacce) e di formaggio (Roberto Siviglia di San Demetrio Corone) hanno incontrato gli organizzatori di Cooking Star, il più importante contest tedesco per appassionati di cucina.

L’edizione 2019 del prestigioso e ambito premio è dedicato all’Italia e la finale approderà nella piana di Sibari a giugno prossimo all’Aldiana Club Calabria, il resort che il gruppo, tra i più grandi player del turismo di lusso con 10 strutture tra Europa e Nord Africa, sta per inaugurare nel comune di Villapiana.

Ad accogliere i tedeschi c’erano lo chef Giuseppe Gatto con i soci Gennaro Greco e Vitantonio Carlomagno che nel resort apriranno un ristorante, vetrina enogastronomica sul territorio, i padroni di casa dell’azienda Ferrocinto, Luigi Nola e il direttore commerciale Raffaele Branca, il portavoce di Slow Food Calabria Maurizio Rodighiero, Stefano Pirillo di Coldiretti Corigliano-Rossano, Saro Costa di Segiasa DMC e Giovanni Gagliardi e Vincenzo Alvaro di vinocalabrese.it

Commenta

commenti