Home / Attualità / 280esimo anniversario Arma, gli auguri del sindaco

280esimo anniversario Arma, gli auguri del sindaco

Il sindaco di Corigliano Giuseppe Geraci

Il sindaco di Corigliano Giuseppe Geraci

Gratitudine per il costante presidio dell’intero territorio comunale, per il senso del dovere e di sacrificio e per la costante lotta alla micro e macro criminalità. Con queste parole di riconoscenza il Sindaco Giuseppe GERACI ha trasmesso nei giorni scorsi, a nome dell’Amministrazione Comunale e dell’intera comunità, gli auguri all’Arma dei Carabinieri in occasione del 280esimo anniversario della sua fondazione.
Corigliano Calabro – esordisce GERACI nella missiva – Città di cui mi onoro essere Sindaco, il più popoloso centro della provincia di Cosenza, ricco di risorse e latore e depositario di una grossa economia, prevalentemente agricola, da sempre, ha avuto ed ha al suo fianco la Benemerita, schierata, in prima linea, a contrastare il disagio sociale e i fenomeni della micro e macro criminalità. Il costante presidio dell’intero territorio – continua il Sindaco – ad opera di militari che con indefesso ed alto senso del dovere, sprezzanti del pericolo, si sacrificano per il bene comune, costituisce l’affermazione più elevata della presenza dello Stato e dei sacrosanti principi di Legalità e Giustizia. E di questo, la Città che mi pregio di rappresentare non può che essere grata ai Carabinieri di ieri e di oggi. Corigliano è sede di Compagnia, il cui territorio di competenza è alquanto vasto, attanagliato da problematiche che l’hanno resa protagonista in vicende giudiziarie che ne hanno intaccato, non poco, l’immagine di cittadina proba, onesta e laboriosa. E in queste tristi vicende – prosegue il Primo Cittadino – l’Arma dei Carabinieri, dalla più piccola Stazione, al Nucleo Operativo e a quello Radiomobile, con certosino lavoro, encomiabile affabilità, si è sempre distinta per Fedeltà e Amore nei confronti della popolazione tutta, portando conforto e facendo prevalere l’unità e l’eguaglianza di fronte alla Legge, costituendo segno tangibile della continuità e attualità dei suoi carismi e affermando la certezza che, laddove vi è il rispetto delle norme, lì regnano la pace e la concordia. Di questi sentimenti – conclude GERACI nella lettera – mi auguro rendiate partecipi, indistintamente, i Vostri uomini, nel mentre ribadisco i sensi di alta stima e di grande considerazione miei personali e della intera città di Corigliano.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*