Home / Attualità / Terreni occupati abusivamente, 18 indagati e agrumeti sotto sequestro a Corigliano

Terreni occupati abusivamente, 18 indagati e agrumeti sotto sequestro a Corigliano

Sequestrati 50 ettari di agrumeti e denunciati in 18 per invasioni di terreni demaniali, deviazione di acque e deturpamento

agrumeti agrumeti agrumetiA seguito di accurate indagini coordinate dal Sostituto Procuratore Luigi Spina e condotte dai militari della Stazione Carabinieri Forestale di Corigliano è stato dato mandato di sequestro preventivo di terreni nei confronti di 18 persone. Le attività hanno infatti accertato come proprietari terreni e agricoltori di Corigliano Calabro, Terranova da Sibari, San Demetrio Corone e Rosarno, abbiano nel corso degli anni occupato abusivamente parte di terreni demaniali e privati lungo le sponde del Fiume Crati, nel comune di Corigliano Rossano. In particolare, sono stati impiantati agrumeti in assenza di concessione demaniale e di nullaosta idraulico.

Tale attività oltre a procurare profitto mediante la coltivazione degli agrumeti ha portato alla mutazione del regolare percorso del fiume. I rilievi effettuati dai militari hanno accertato che tutti gli agrumeti ricadono negli argini del Fiume Crati e che l’area interessata alle piantagioni è una zona sottoposta a vincolo paesaggistico e area R4 a rischio elevato di inondazione. Questa mattina sono quindi scattati i sigilli per oltre 50 ettari di agrumeti e denunciate 18 persone per invasioni di terreni demaniali, deviazione di acque e deturpamento.


Commenta

commenti