Home / Attualità / Il 15% degli italiani è convinto che l’Olocausto non è mai avvenuto

Il 15% degli italiani è convinto che l’Olocausto non è mai avvenuto

di Josef Platarota

Il 15.6% degli italiani sono convinti che lo sterminio ai danni degli ebrei non è mai avvenuto. E, a sorpresa, la maggioranza degli intervistati e “negazionisti” si dichiara di sinistra. Sono i dati emersi dal rapporto dell’Eurispes. Ciò che ne viene fuori è, a tratti, raccapricciante: basti pensare che alla stessa domanda, nel 2004, gli italiani che rispondevano negativamente erano 2.7.

«La credenza che la Shoah non abbia mai avuto luogo – si legge nel rapporto diffuso – vede il picco di intervistati “molto” d’accordo tra chi si riconosce politicamente nel Movimento 5 Stelle (8,2%), concordi complessivamente nel 18,2% dei casi; la più alta percentuale di soggetti concordi (abbastanza o molto) si registra però tra gli elettori di centrosinistra (23,5%). I revisionisti risultano più numerosi della media a sinistra – per il 23,3% l’Olocausto degli ebrei è avvenuto realmente, ma ha prodotto meno vittime di quanto si afferma di solito – ed al centro (23%), meno a destra (8,8%)».


 

Commenta

commenti