Home / Attualità / Bocchigliero, la scuola dell’infanzia deve riaprire

Bocchigliero, la scuola dell’infanzia deve riaprire

Continua la protesta del primo cittadino Benevento, che si è addirittura incatenato davanti alla sede del Provveditorato di Cosenza per ottenere la riattivazione della classe/pruriclasse.

L’Italia del Meridione, a partire dal suo leader Orlandino Greco e dalla locale sezione cittadina di Bocchigliero, nella persona del consigliere comunale Alfonso Viola, esprime vicinanza e solidarietà a tutta la comunità, con in testa il suo Sindaco, Alfonso Benevento, che da più tempo sta reclamando ad alta voce e con coraggio un sacrosanto diritto sancito dalla Costituzione e cioè il diritto all’Istruzione e nello specifico la riapertura della scuola pubblica dell’infanzia.

La protesta del Sindaco Benevento, che si è addirittura incatenato davanti alla sede del Provveditorato di Cosenza per ottenere la riattivazione della classe/pluriclasse, al fine di riaprire la Scuola nel proprio Comune, deve far riaccendere una volta per tutte i riflettori della pubblica opinione e delle forze politiche e Istituzionali  sulla necessità di porre un freno ai tagli in settori di rilevanza e interesse pubblico come la Scuola. Non è tollerabile che una comunità debba soffrire gli immensi disagi della paventata chiusura di un presidio fondamentale come quello di una scuola, che costringerebbe i bambini e i loro genitori ad abbandonare il proprio Comune.

Nel caso di specie, Bocchigliero, collocato in area interna, soffrirebbe di un disagio supplementare dovuto alla lontananza da altri centri, come per esempio Longobucco, dal cui Istituto omnicomprensivo peraltro dipende; un disagio, ulteriormente aggravato dalla carenza di mezzi di trasporto e dalle difficoltà oggettive che la Pandemia che stiamo vivendo ha determinato. «Ci auguriamo, dichiara il Segretario Provinciale di Idm Emilio De Bartolo, che tutti gli attori Istituzionali interessati abbiano uno scatto di responsabilità e mostrino reale vicinanza rispetto al grido di dolore di Bocchigliero e del suo coraggioso Sindaco».


Commenta

commenti