Home / Attualità / Stasi si schiera con il fronte del No: «Da Tangentopoli in poi l’antipolitica è autodistruzione»

Stasi si schiera con il fronte del No: «Da Tangentopoli in poi l’antipolitica è autodistruzione»

di Josef Platarota

Flavio Stasi, Sindaco di Corigliano Rossano, si schiera a favore del No in vista del Referendum Costituzionale sulla riduzione dei parlamentari che si terrà questa domenica. La presa di posizione, già ampiamente ipotizzata nei giorni scorsi, è stata ufficializzata nel pomeriggio di oggi a margine di una manifestazione dei Verdi, compagine politica da sempre molto vicina al giovane Primo Cittadino.

«È una strada – quella del No – che condivido perché non ho mai creduto che la democrazia posso essere una spesa, anzi quello che costa è l’assenza di essa». Il Sindaco di Corigliano Rossano, con una punta di amarezza, continua: «Trovo che sia brutto che in una città di 80.000 abitanti non si sia parlato a dovere di questo appuntamento elettorale».

Da qui quella che, a suo dire, è una difesa ai valori costituzionali: «Questa tendenza parte da Tangentopoli e ci sta portando alla distruzione. Fa male quando si criminalizza la politica e con essa il pubblico impiego. È palese – continua – che stiamo svuotando gli organi amministrativi e con essi quelli democratici. Il problema non è di quantità ma di qualità, ciò che manca sono i luoghi di rappresentanza e con esso una selezione degli uomini e delle donne che ad oggi, nel nostro paese, non si fa più»


Commenta

commenti