Home / Attualità / Corigliano Rossano e Reddito di cittadinanza: per i percettori continua l’iter per progetti utili alla comunità

Corigliano Rossano e Reddito di cittadinanza: per i percettori continua l’iter per progetti utili alla comunità

Favorire i processi di inserimento nel mondo del lavoro dei percettori di Reddito di Cittadinanza significa da una parte contribuire ad eliminare alla base, le condizioni che generano in molti casi povertà, disuguaglianza ed esclusione sociale; dall’altra, gratificare competenze e professionalità e, in ultimo, migliorare ed offrire servizi per la comunità.

È quanto dichiara l’assessore alla Città della Cultura e della Solidarietà Donatella Novellis informando con il Sindaco Flavio Stasi che prosegue l’iter dei Progetti Utili alla Collettività (PUC): è stato pubblicato, infatti, l’avviso per la costituzione di un elenco degli enti del Terzo Settore disponibili ad affiancare l’Amministrazione Comunale nella realizzazione dei progetti.

Gli enti dovranno manifestare formalmente interesse facendo pervenire apposita richiesta via PEC all’indirizzo protocollo.coriglianorossano@asmepec.it. L’avviso, che resterà aperto per 12 mesi salvo proroghe, e la modulistica sono disponibili sull’albo online del sito istituzionale. La costituzione dell’elenco non intende porre in essere alcuna procedura concorsuale e non prevede graduatorie, attribuzioni di punteggio e/o altre classificazioni di merito.

Così come previsto dal catalogo dei PUC predisposto da Tina De Rosis, dirigente del settore comunale politiche di promozione sociale di Corigliano-Rossano, comune capofila e come approvato dalla Conferenza dei Sindaci dell’ambito territoriale sociale (che include anche Calopezzati, Caloveto, Cropalati, Crosia, Longobucco, Paludi, San Cosmo Albanese, San Demetrio Corone, San Giorgio Albanese, Vaccarizzo Albanese), i campi di attuazione sono quelli culturale, sociale, artistico, ambiente, formativo, tutela dei beni comuni.

I PUC sono rivolti ai percettori di Reddito di Cittadinanza tenuti ad offrire nell’ambito del Patto per il lavoro e del Patto per l’inclusione sociale, la propria disponibilità per la partecipazione ai progetti da svolgere nel proprio comune di residenza. A Corigliano-Rossano sono 971 quelli che saranno impiegati in 4 dei 6 ambiti previsti .


Commenta

commenti