Home / Attualità / Corigliano Rossano, il Comune si difende: documentazione sul Consuntivo ha rispettato i tempi

Corigliano Rossano, il Comune si difende: documentazione sul Consuntivo ha rispettato i tempi

Bilancio consuntivo, l’adozione degli atti di competenza è avvenuta nei tempi corretti e nella massima trasparenza: i  termini previsti per l’approvazione sono stati anticipati alla commissione consiliare bilancio il 26 giugno scorso, data in cui  la Giunta Municipale ha approvato lo schema di rendiconto della gestione 2019; il successivo 3 luglio è stato effettuato il deposito degli atti e documenti relativi al rendiconto della gestione 2019 presso l’ufficio di segreteria, onde consentire per come previsto dal testo unico,  ai consiglieri comunali  di poter visionare gli atti  ed averne disponibilità almeno 20 giorni prima dell’approvazione in Consiglio Comunale.

È quanto precisa l’assessore al bilancio Giovanni Palermo informando con il sindaco Flavio Stasi che tutte le iniziative intraprese sono state comunicate alla Prefettura di Cosenza. Poco prima della diffida da parte di quest’ultima – sottolinea – era stata già convocata, da parte del Presidente del consiglio, la conferenza dei capigruppo per stabilire la data del consiglio comunale che si terrà, come è noto, mercoledì 29 luglio.

La ragione di questa fisiologica dilazione – conclude Palermo – così come insieme al dirigente al settore finanziario Danilo Fragale abbiamo già ampiamente spiegato nella commissione bilancio aperta nell’occasione alle forze politiche ai sindacati e ai rappresentanti dell’ordine dei commercialisti tenutasi nei giorni scorsi (venerdì 17 luglio),  è  stata determinata soltanto dalla oggettiva straordinarietà dell’azione di ricognizione, senza precedenti, finalizzata a garantire massima e definitiva chiarezza sul riaccertamento dei residui ed evitare, quindi, macchie sul nuovo rendiconto.   Purtroppo – conclude – bisogna constatare che la costruzione del nuovo comune risulta oltremodo difficoltosa se non si eleva il livello di discussione da parte di tutti i soggetti attivi, compresa l’informazione.


 

Commenta

commenti